La scuola ha avviato ormai da anni una collaborazione col Maestro Antonio Aguila: nato a Cuba, perfezionatosi presso la Compagnia di Fernando Alonso. Nel 1990 a soli diciotto anni gli viene offerta la possibilità di entrare a far parte della Compagnia del Teatro Nuovo di Torino dove, nello stesso anno, viene nominato Solista Principale. Nel 1993 ha vinto il Concorso di Rieti e nel 1994 il Premio Positano. A soli 21 anni ballando l’Orfeo di Marco Berriel viene nominato Primo Ballerino della compagnia. Con la compagnia torinese partecipa come Primo Ballerino a svariati balletti del repertorio classico tra i quali Coppelia, Don Chisciotte, Giselle, Raymonda, La Fille mal gardée, Grand pas classique, Lago dei cigni (II atto), Diana e Acteon pas des deux, i passi a due de La Danza del Tempo. Inoltre ha modo di confrontarsi con numerosi coreografi italiani e stranieri grazie ai quali può affinare la sua tecnica sia classica che contemporanea aumentando la sua esperienza e crescita artistica e accrescendo la sua versatilità. Ha interpretato il Romeo di Biagi, è stato John in Zorba e il Greco di Lorca Massine accanto a Raffaele Paganini, Danilo in La Vedova Allegra e Don José in Carmen di Luciano Cannito. È stato il protagonista di Il tango delle Ore Piccole di Robert North , in Dorian Gray, Bolero, Pulcinella di Antonio della Monica, in Coppella (Franz) di Pogliani-De’Saa, Orfeo di Marco Berriel. In tutte le produzioni della compagnia ha ballato accanto a ballerini/e importanti come Luciana Savignano, Marco Pierin, George Iancu, Raffaele Paganini, Viviana Durante con la quale balla in Carmen: una storia mediterranea di L. Cannito nel 2004. Ha ballato Jardi Tancat di Nacho Duato, Grass, Dans med Mera e Focolare di Mats Ek, Adamo ed Eva di Birgitt Cullberg, Stamping Ground di Jiri Kilyan, Sub Rosa tnt di Carolyn Carson, interpreta “La Morte” in La Morte e la Fanciulla di Robert North del quale balla tutte le sue coreografie e anche in tutte le creazioni di Lindsay Kemp, di Laura Pulin e Joseph Fontano. Per lui Luciano Cannito ha creato “Omaggio a Freddy Mercury”. Nello stesso anno vince il Premio Vignaledanza. Nel 2005 accanto a Pompea Santoro danza “Black Out” di Jacopo Godani e “Purple Walk” di Stejn Celis. Nel 2006 continua la sua esperienza teatrale con la Compagnia Torinospettacoli dove partecipa in spettacoli come: “Una Notte al Bistrot” “Swich Due” “Pista” (con regia di Pino Quartullo e testi di Vera Matteus). Nel 2007 invitato da Micha Van Hoecke, entra a far parte della compagnia L’Ensemble di Micha Van Hoecke. Con lui ha iniziato una collaborazione che lo vede impegnato in numerose delle sue coreografie tra cui: La Regina della Notte, Au Café, Callas, Entrepote du reve-L’Ensamble, La Derniér Danse?, Le Voyage creato per Ravenna Festival, Carmen in collaborazione con il San Carlo di Napoli. Nell’anno 2008 è interprete nell’ultima produzione dell’ Ensemble, creata per Ravenna Festival, quale Salomè con la partecipazione di Chiara Muti. Durante l’anno 2007 – 2008 viene invitato da Luciano Cannito ad interpretare il ruolo di Escamillo accanto a Rossella Brescia e José Peréz in Carmen con la Compagnia del Massimo di Palermo.

 

 

Nella stagione 2013-2014 la scuola ha collaborato con l'Accademia danza lirica di Montebelluna realizzando un prestigioso progetto di danza contemporanea; è stata data infatti l'opportunità a 24 allieve in totale di studiare con professionisti del calibro di Dino Verga (ballerino professionista, direttore della compagnia Aton, insegnante presso lo IALS e l'Accademia nazionale di danza) e la Alex Atzewi dance company; attraverso dei weekend formativi sono state create delle coreografie che le allieve, come una piccola compagnia professionale, hanno portato in scena con lo spettacolo: "Phisis", del quale si sono svolte due repliche.

 

 

La scuola collabora da alcuni anni con la Compagnia del Grande Freddo e Carnevali di marca.